regole di scrittura
I personaggi devono essere vivi (cadaveri esclusi)
Diciotto regole di scrittura secondo Mark Twain.


Storie intriganti, verosimili, e stile semplice. Regole di scrittura nate da una polemica tra autori a fine '800, ma valide e utili ancora oggi:

1. Una storia deve perseguire qualcosa e arrivare da qualche parte.

2. Gli episodi della storia devono necessariamente essere parte della storia, e devono aiutare a svilupparla.

3. I personaggi nella storia devono essere vivi, ad eccezione dei cadaveri, e il lettore dev'essere sempre in grado di distinguere i cadaveri dagli altri.

4. I personaggi in una storia, sia i morti sia i vivi, devono mostrare una giustificazione ragionevole per trovarsi lì.

5. Quando i personaggi della storia affrontano una conversazione, il discorso deve suonare come un discorso umano, e deve essere un discorso simile a quello che gli esseri umani farebbero in determinate circostanze, e deve avere un significato che possa essere scoperto, e un obiettivo che possa essere scoperto, e deve rimanere nelle vicinanze del soggetto in questione, e deve essere interessante per il lettore, e deve aiutare il racconto, e deve fermarsi quando le persone non riescono a pensare a nient'altro da dire.

6. Quando l'autore descrive il carattere del personaggio nella sua storia, il comportamento e la conversazione di questo personaggio deve giustificare la suddetta descrizione.

7. Quando un personaggio parla come un numero da sette dollari, di elevata qualità, fatto a mano, rilegato in pelle, illustrato di Friendship's Offering all'inizio di un paragrafo, non potrà parlare come un menestrello di colore alla fine di quel paragrafo.

8. Né l'autore né le persone nella storia devono riversare sul lettore stupidità grossolane.

9. I personaggi della storia devono limitarsi alle cose possibili e lasciar perdere i miracoli; o, se si imbattono in un miracolo, l'autore deve scriverlo in maniera tanto plausibile da farlo sembrare possibile e ragionevole.

10. L'autore deve far sì che il lettore provi un profondo interesse per i personaggi della sua storia e per il loro destino; e deve far amare al lettore le persone perbene della propria storia e odiare quelle cattive.

11. I personaggi nella storia devono essere definiti in modo talmente chiaro che il lettore possa dire in anticipo come si comporteranno in caso di emergenza.


Un autore dovrebbe:

12. Dire quello che si è proposto di dire, e non solo andarci vicino.

13. Usare la parola giusta, non la sua cugina in seconda.

14. Evitare le cose in eccesso.

15. Non omettere i dettagli necessari.

16. Evitare la sciatteria nella forma.

17. Usare una buona grammatica.

18. Utilizzare uno stile semplice, chiaro.

 

[traduzione approssimativa di Davide Musso]

Eventi
Rubriche